Urkesh oltre Urkesh
    un progetto di AVASA

     Urkesh è una delle più antiche città della storia.
     Le sue origini risalgono a sei millenni or sono. Per tre millenni, essa emerse come un importante centro politico e religioso di una popolazione poco nota: i Hurriti. Rimase quindi abbandonata per i successivi tre millenni. Fino ad oggi.
     I nostri scavi avevano cominciato a riportarla alla luce, quando la guerra in Siria ci ha bruscamente fermati. Ma il nostro coinvolgimento con il sito non si è fermato. Al contrario: si è rafforzato.
     "Urkesh oltre Urkesh" vuole mostrare come un sito archeologico diventi, per così dire, più grande di sé stesso quando propone una lettura del suo passato che si afferma come rilevante per l'oggi.

     Il nostro impegno è reso possibile dall'appoggio della Fondazione Cariplo, che ha scommesso sulla validità del nostro programma, e ha così stimolato l'interesse fattivo di altri enti co-fondatori che si sono associati alla nostra impresa.
     La sezione sull'archeologia presenta i dati salienti del sito archeologico – in particolare i risultati degli anni di scavo e l'impegno pre-bellico per facilitare la piena fruizione del sito.
     Pienamente vivo è rimasto lo sforzo di comunicare su tutti i livelli i risultati del lavoro di scavo, sempre ponendo l'accento sui valori profondi che emergono spontaneamente da una considerazione attenta del passato, e dell'archeologia in particolare.
     Il risultato fondamentale è stato il coinvolgimento sempre più attivo delle comunità locali, con le quali abbiamo messo in atto un programma attivo e innovativo di formazione e sensibilizzazione, che sta prendendo dimensioni davvero straordinarie in ogni situazione, ma ancor più in questo tragico periodo di guerra.
     È su queste basi che possiamo guardare con fiducia al futuro. Non dovremo partire da zero. Al contrario, lo sviluppo ha radici solide, in questi anni di lavoro che abbiamo portato avanti. Il concetto di "sostenibilità" acquista una valenza del tutto particolare: lo sviluppo sarà sostenibile perché si è non solo sostenuto, ma profondamente espanso in questi anni di maturazione.
     Il nostro è un programma che parte veramente dal basso: si fonda sulla sostanza delle cose. Pur non avendo avuto modo e tempo di cercare una particolare attenzione, il "modello Urkesh" si sta cionostante affermando anche in questo senso, e la sezione sulla immagine pubblica ne illustra gli esempi più rilevanti.
     Per finire, offriamo a tutti la possibilità di aiutarci. Per cogliere l'attenzione, abbiamo pensato a una equivalenza di un euro per un anno di vita della nostra città, questa antica Urkesh che è davvero così attuale in tutta la sua vitalità. I co-fondatori offrono l'equivalente dei sei millenni di vita del sito. Ma così come ogni anno di questa lunga traiettoria era indispensabile per arrivare a dove siamo oggi, altrettanto ogni singolo euro sarà indispensabile per la riuscita finale del nostro grande progetto.