Eventi 2017-18

     Documentiamo qui, in ordine cronologico inverso, la straordinaria sequenza di attività che si sono succedute nel corso dell'ultimo anno.
     Aggiorneremo questa pagina del nostro sito di AVASA per ogni nuovo evento. Chi sia interessato ad avere bollettini tramite posta elettronica è pregato di scrivere al direttore di AVASA.

ottobre-dicembre 2018

14-17 novembre 2018
Urkesh a Denver, USA

     Federico Buccellati ha partecipato al meeting annuale dell'American Schools of Oriental Research (ASOR) tenutosi a Denver (USA), con una presentazione intitolata “Research, Communication, and Identity in Times of Crisis: The Example of Tell Mozan” ("Ricerca, Comunicazione e identità in tempi di crisi: il caso di Tell Mozan").
     Una nutrita platea composta da colleghi provenienti da tutto il mondo ha così potuto sentire di come la missione archeologica sia ancora attiva a Urkesh, grazie alle numerose attività costantemente supportate da AVASA.

Arm in MZ

28-29 ottobre 2018
Urkesh alla riapertura del Museo Archeologico di Damasco

     A Damasco riapre finalmente il Museo Archeologico Nazionale, dopo sette anni di chiusura causati dalla guerra.
     La cerimonia di inaugurazione, organizzata dal Ministero della Cultura - Direttorato Generale delle Antichità e dei Musei della Siria, è stata accompagnata da un simposio internationale di 2 giorni che ha visto la partecipazione di numerosi archeologi e studiosi siriani ed europei.
     Anche Urkesh era presente in questa importante occasione: attraverso una conferenza intitolata "Interazione tra sito e museo: il caso di Tell Mozan, l'antica Urkesh", e con una versione della mostra "I millenni per l'oggi" completamente tradotta in arabo per l'occasione.
     A questa pagina si può trovare una descrizione dell'evento.

Arm in MZ

luglio-settembre 2018

31 agosto 2018
Un nuovo riconoscimento

     Oggi ci è stata comunicata un'importante notizia: AVASA è stata iscritta nella sezione "Tutela e valorizzazione del patrimonio storico e artistico" del Registro regionale delle Organizzazioni di volontariato - Ufficio decentrato del Verbano Cusio Ossola".
     Si tratta di un importante riconoscimento del lavoro svolto dalla nostra associazione in questi primi anni di vita, che ci spinge a approfondire e ampliare le nostre radici nel territorio piemontese contribuendo allo stesso tempo a creare più stretti legami tra Italia e Siria.
     Il nostro impegno per la valorizzazione del patrimonio culturale continua, con ancora maggiore slancio..

Arm in MZ

19-25 agosto 2018
Urkesh a Rimini: il successo della mostra

     Si è conclusa l'esperienza della mostra "I MILLENNI PER L'OGGI. L'archeologia contro la guerra: Urkesh di ieri nella Siria di oggi", presentata in occasione del Meeting per l'Amicizia tra i Popoli a Rimini.
     Più di quattromila persone hanno visitato la nostra esposizione, che includeva pannelli, materiali arrivati direttamente dalla Siria, video e una "stanza buia" in cui era possibile ascoltare una traccia audio speciale: la musica scritta appositamente per questo evento dai ragazzi della scuola media di Domodossola.
     Un gruppo di instancabili guide ha assicurato una presenza costante per tutta la durata di apertura dei padiglioni, e i curatori della mostra erano sempre presenti per accompagnare ospiti e presenziare a incontri aperti a gruppi di ogni età.
Diamo qui un resoconto più dettagliato dell'evento.

Arm in MZ

2-3 agosto 2018
verso il Meeting: incontro con Yasmine Mahmoud

     Yasmine Mahmoud, collaboratrice siriana e dottoranda a Pavia con un progetto archeologico riguardante proprio i materiali rinvenuti a Urkesh, incontra tra le montagne del Piemonte Giorgio e Marilyn Buccellati, per mettere a punto gli ultimi dettagli in vista della mostra del Meeting di Rimini, che si inaugurerà tra poco più di due settimane.
     Yasmine sarà presente, insieme ad altre due collaboratrici siriane del progetto e ai membri di AVASA, sin dal primo giorno della mostra: in questa occasione, dunque, i visitatori potranno parlare direttamente con chi lavora quotidianamente affinché Urkesh continui a vivere e prosperare.

Arm in MZ

1 luglio 2018
verso il Meeting: il primo incontro delle guide

     Oggi ha avuto luogo il primo incontro del gruppo delle guide che collaboreranno alla mostra organizzata in occasione del Meeting 2018.
     Si è parlato a lungo dell'idea che sta dietro alla realizzazione di questo evento: mettere in luce il valore nascosto e prezioso dell'archeologia, un valore che si è manifestato proprio nel momento in cui non è più stato possibile recarsi di persona presso il sito per svolgere campagne di scavo. Direttori e guide hanno poi riflettuto su una mostra come quella che avrà luogo a Rimini sia l'occasione per mostrare la vitalità di un sito archeologico come Urkesh, e per contribuire al suo divenire un 'centro per il rinnovamento della società civile'.
     Infine, nell'analizzare in concreto la struttura della mostra del 2018, le guide hanno potuto ascoltare in anteprima i brani musicali composti dalla scuola media media musicale di Domodossola, appositamente per l'evento..

Arm in MZ

aprile-giugno 2018

23 giugno 2018
"archeologia per la pace" a Leiden

     Un nuovo evento ha visto il nostro progetto come protagonista: questa volta a Leiden, nei Paesi Bassi. L'università di Leiden, in collaborazione con le associazioni "Ex Oriente Lux" e "Oriental Landscape Leiden" hanno invitato i Proff. Buccellati a una giornata di dibattito e riflessione dal titolo "Archeologia per la pace".
     L'evento includeva una mostra su Urkesh e sugli ultimi progetti avviati e sostenuti presso il sito insieme alle comunità locali, e una conferenza nella quale Giorgio e Marilyn Buccellati hanno parlato di come Urkesh, oggi, costituisca un simbolo e un motivo di orgoglio per un passato condiviso e un futuro unito.
     La serata si è conclusa con una performance del New European Ensemble & Geert Mul, con musiche ispirate alla città siriana di Palmira.

Arm in MZ
credits: Eric van Nieuwland

18 giugno 2018
evento a San Marino

     A Villa Manzoni, presso la Repubblica di San Marino, si è tenuto l'incontro "I valori nascosti dell'archeologia: un episodio della guerra in Siria", promosso dal Congresso di Stato della Repubblica di San Marino in collaborazione con Banca di San Marino SpA e la Fondazione "Meeting per l'Amicizia fra i Popoli".
     Oltre ai direttori del progetto Tell Mozan/Urkesh, Giorgio e Marilyn Buccellati, hanno preso parte all'evento anche Nicola Renzi (segretario Affari Esteri e Giustizia), Domenico Lombardi (amministratore delegato Banca di San Marino SpA), ed Emilia Guarnieri (presidente Fondazione Meeting per l'Amicizia fra i Popoli).
     Durante l'incontro si è parlato della situazione in Siria e del ruolo che l'archeologia si trova a ricoprire per restituire alla popolazione siriana il valore del patrimonio culturale disperso o distrutto.

Arm in MZ

12 giugno 2018
turisti da Spagna, Russia e Gran Bretagna a Urkesh!

     I nostri collaboratori presso lo scavo oggi ci hanno inviato una notizia sorprendente: in uno stesso giorno abbiamo registrato a Urkesh la presenza di turisti da Spagna, Russia e dal Regno Unito!
     Consapevoli dell'unicità di questo evento, i nostri colleghi archeologi hanno registrato dei video con delle piccole interviste fatte ai visitatori, che ci hanno poi inviato.
     Tutti si sono dichiarati sopresi e ammirati dal lavoro fatto dalla missione per assicurare una continua fruibilità del sito e per garantire la conservazione del palazzo e della terrazza monumentale dell'area del tempio.

Arm in MZ

11 giugno 2018
si conclude la campagna di sensibilizzazione

     In questi giorni, anche gli ultimi 9 villaggi sono stati raggiunti. La campagna è conclusa! Toki, Ranko, Joldara, Jamerli, Oljya, Shork, Ghazalik, Sorka e Hasda sono stati gli ultimi ad essere stati raggiunti dai Ristom e Amer.
     Ci siamo dunque recati presso ogni villaggio, dai più popolosi a quelli in cui ormai vivono solamente 2 o 3 famiglie. Comprensibilmente, abbiamo riscontrato diversi livelli di interesse e partecipazione ma ciò che conta è aver portato in ciascun villaggio la prospettiva del parco eco-archeologico, la consapevolezza di un passato condiviso e un progetto concreto per un futuro di speranza.

Arm in MZ

7 giugno 2018
i ragazzi del progetto scuole si parlano per la prima volta

     I ragazzi coinvolti nel progetto scuole di Qamishli e Domodossola si sono finalmente conosciuti!
     Oggi per la prima volta si sono parlati attraverso Skype, ciascuno nella propria classe e accompagnati dai loro educatori. Parlando in inglese direttamente tra di loro, i ragazzi si sono scambiati notizie su loro stessi e sulle loro scuole, hanno raccontato delle loro passioni e abitudini, e hanno persino suonato in diretta diversi strumenti, condividendo così anche la loro musica.
     Un passo importante per un coinvolgimento ancora maggiore, da coltivare e sviluppare non appena ricominceranno le scuole a settembre..

Arm in MZ

maggio 2018
campagna di sensibilizzazione in altri 6 villaggi

     Tell Mozan, Karah Kob, Foukani, Bab al khair, Oul al Rabia, Briva. La nostra campagna di sensibilizzazione continua ad attraversare la regione di Urkesh.
     Questo mese, poi, ha visto un evento particolarmente emozionante e significativo per il progetto: la presentazione a Tell Mozan. Tra coloro seduti nei piccoli banchi della scuola messa a disposizione per l'evento sedevano molti di quegli operai che hanno partecipato alle nostre campagne di scavo in passato. E, in prima fila, i loro figli - alcuni dei quali forse neppure ricordano che, da bambini, ci hanno fatto visita tra le braccia dei loro papà e delle loro mamme.
     La voce di questa nostra iniziativa intanto si diffonde per tutta l'area: i nostri collaboratori locali ci dicono che in alcuni villaggi la partecipazione è particolarmente attiva, e coloro che prendono parte alle presentazioni arrivano "preparati", avendone anche parlato a chi ha assistito alle presentazioni negli altri villaggi. L'interesse cresce, così come sale l'attesa del momento in cui il Parco sarà finalmente realtà.

Arm in MZ

12 maggio 2018
Open House del Cotsen Institute, UCLA

     Una volta all'anno, l'istituto di archeologia della UCLA (Cotsen Institute) apre le sue porte agli studenti e al pubblico. Gli ospiti possono così osservare materiali relativi ai progetti di ricerca in corso presso i laboratori dell'istituto, inclusi i nostri. Quest'anno abbiamo deciso di mostrare oggetti provenienti dal nostro scavo, Urkesh, per mostrare anche come le nostre relazioni con il sito non si siano mai interrotte
     In una scheda a parte è possibile trovare più dettagli su questo evento.

desks posters

10 maggio 2018
inondazione a Mozan

     Un forte temporale ha colpito il sito il 10 maggio 2018. Abbiamo visto immagini come questa già in altri anni: ci mostrano come il clima possa portare grandi danni ai siti archeologici. Al contempo, però, è importante notare come queste foto documentino la rapidità con cui siamo avvertiti della situazione sul sito: abbiamo avuto queste foto il giorno dopo l'evento, e questo ci permette di giudicare del fatto e di provvedere nel miglio r modo possibile.
     In una scheda a parte troverete più dettagli sull'evento.

figurine2 flooding in J2

25 aprile 2018
inaugurazione della mostra a Qamishli

     Basata su quella di Beirut (PDF) del novembre 2017, la mostra porta Urkesh a Urkesh – che è un po' come portare civette ad Atene... La mostra mette in rilievo lo spirito di orgoglio nel proprio passato, che tutti condividono a Urkesh, un passato che queste comunità hanno interiorizzato ancora di più durante questi oscuri sette anni di guerra
     Organizzata dai colleghi archeologi di Qamishli, e tradotta in arabo e curdo, la mostra vedrà una serie di visite guidate per i nostri amici dei molti villaggi dell'entroterrra di Urkesh. Illustriamo in una scheda a parte alcuni dettagli della mostra.

Arm in MZ

19 aprile 2018
campagna di sensibilizzazione a Simitek Ezzo e Maamarlo

      Nella giornata odierna, due villaggi sono stati raggiunti dalla nostra campagna di sensibilizzazione: Simitek Ezzo e Maamarlo.
     La partecipazione è stata differente nei numeri (una trentina di persone nel primo caso, dodici nel secondo villaggio) ma simile nell'attenzione data alle parole dei nostri collaboratori. Colpisce sempre molto il video mostrato all'inizio di ciascun incontro, in cui i Direttori del progetto Giorgio e Marilyn Buccellati salutano e si rivolgono direttamente ai partecipanti. In questo modo, entriamo davvero nelle loro case, ospiti della loro cultura e della loro storia.

Arm in MZ

18 aprile 2018
altri futuri insegnanti in visita a Mozan

      Le visite al sito di Mozan non si sono mai interrotte nel corso dell'anno, ma con la primavera il Tell è ancora più frequentato: qui vediamo un secondo nutrito gruppo di futuri insegnanti, arrivati a Mozan con due pullman.
     Accompagnati da Amer, hanno osservato ogni luogo del sito archeologico: partendo dalla scalinata monumentale fino al palazzo, e dentro l'abi.
     I loro volti di stupore ce li mostra un po' bambini, come coloro a cui insegneranno della storia di questo luogo..

Arm in MZ

17 aprile 2018
nuovi studenti delle scuole medie in visita al sito

      Anche per questo gruppo, la visita agli scavi segue i primi contatti avvenuti durante le lezioni in classe. Erompe, come sempre, un senso di gioia nel confronto con monumenti che trasmettono ancora vita.
      A breve riceveremo i primi testi scritti da questi ragazzi, con le loro riflessioni su cosa significhi, secondo loro, studiare il passato e riscoprire le proprie radici nel territorio di origine. E forse proprio questa visita all’antica Urkesh avrà dato loro nuove risposte.

Arm in MZ

14 aprile 2018
ragazzi dell'Orchestra di Qamishli in visita a Mozan

     Gli autobus fanno ormai parte del paesaggio normale di Mozan. Che contrasto con le colonne di rifugiati che vediamo altrove in Siria, per non dire dei camioncini con milizie armate... Qui vediamo i ragazzi della giovanissima orchestra Roj Ava di Qamishli, appena arrivati al sito e pronti a esplorare le rovine dell’antica Urkesh.
      La stessa fondazione, nel settembre 2016, di questa orchestra che riunisce 32 bambini di un’età compresa tra i 7 e i 16 anni rappresenta una fonte di speranza per questa regione della Siria. E molti di questi musicisti in erba sono coinvolti nel nostro progetto scuole!

Arm in MZ

13 aprile 2018
insegnanti in visita a Mozan

     Questa volta non sono giovani studenti a visitare il sito, bensì coloro che si preparano a diventare insegnanti. Li vediamo qui mentre ascoltano una breve lezione introduttiva di Amer Ahmad, il nostro collega di Qamishli.
      Ci piace pensare che, una volta completato il loro percorso e divenuti insegnanti nelle città e nei villaggi della regione, porteranno a loro volta i loro studenti in visita a Urkesh per spiegare loro l’importante ruolo della civiltà hurrita per la storia del Vicino Oriente antico.

Arm in MZ

5 aprile 2018
campagna di sensibilizzazione a Sabahia

     L’incontro tenutosi a Sabahia ha visto riuniti anche i pochissimi abitanti rimasti ancora a Kurdu, un piccolo villaggio abitato ormai solo da 3 famiglie. In totale, i partecipanti erano 45: ancora una volta, uomini, donne e bambini, uniti dalla curiosità di sapere di più sulla storia della loro regione. Nessuno dei presenti era mai stato a Urkesh come operaio durante gli scavi, eppure alla fine dell’incontro hanno chiesto ai nostri collaboratori quando torneremo in mezzo a loro, per riprendere il lavoro momentaneamente interrotto.
      Questo è proprio l’interesse che vogliamo suscitare con la nostra campagna, sperando di poter dare presto una risposta positiva a questo tipo di domande.

Arm in MZ

4 aprile 2018
nuovi studenti delle scuole medie si associano al programma

     Questi sono i germi di convivenza pacifica che vogliamo contribuire a coltivare e rinforzare. Ad aprile, ai ragazzi della scuola di inglese si sono associati anche studenti arabi, curdi, armeni e siriaci delle scuole medie di Qamishli. Insieme ai coetanei di Domodossola, lavoreranno al progetto che li invita a riflettere sulla storia e il senso del passato.
      Eccoli qui, ognuno con una copia del catalogo della mostra di Beirut in mano. I ragazzi, da oggi, intraprenderanno un dialogo costruttivo con le altre scuole: attendiamo impazienti il risultato di questa loro nuova avventura.

BiMes30

gennaio-marzo 2018

28 marzo 2018
conferenza al convegno BANEA, Durham University (UK)

     Il nostro progetto è stato presentato alla conferenza annuale dell’associazione britannica per l’archeologia del Vicino Oriente, BANEA. In particolare, abbiamo dato risalto ai tre “pilastri” su cui si fonda il nostro progetto: la conservazione del sito archeologico, il programma di ricerca ed educazione, il sostegno all’economia locale. Tutto si basa sul rapporto di fiducia reciproca stabilitosi negli anni tra i direttori dello scavo e la missione con le comunità locali.
      I risultati ottenuti a Tell Mozan, pur nella semplicità dei mezzi a nostra disposizione e nell’economia delle risorse utilizzate, sono stati riconosciuti anche in questa occasione come un esempio unico di resilienza e presenza sul territorio.

Qam1

Marzo 2018
le scuole medie di Qamishli a Urkesh

     A seguito delle lezioni ai ragazzi delle medie di Qamishli, abbiamo organizzato tre viaggi scolastici al sito ti Urkesh. Parecchi avevano infatti indicato che non l'avevano mai visitato, e questa è stata l'occasione di introdurli direttamente ai monumenti (qui sono nel settore C del Palazzo di Tupkish) e di approfondire la conoscenza di cosa vuol dire uno scavo.

Qam1

1 marzo 2018
programma di sensibilizzazione a Hajji Nasr

     Nel villaggio di Hajji Nasr, una trentina di persone si sono ritrovate in una casa privata: questo dà un tono quasi intimo all'incontro, rendendo così ancora più vivo il senso del messaggio che vogliamo portar loro.
     Vediamo qui Ristam Abdo e Amer Ahmad, i nostri colleghi di Qamishli che hanno organizzato l'intero programma, con un'estrema professionalità e una incomparabile dedizione. Questa sinergia di intenti ci unisce in modi inaspettati che sono ancor più mirabili per via della grande crisi causata dalla guerra.

Qam1

22 febbraio 2018
programma di sensibilizzazione a Topez

     Con questo primo incontro prende il via la nostra campagna di sensibilizza-zione verso il paesaggio e l’archeologia, nei villaggi intorno a Mozan. Andando al cuore stesso della loro vita, e cioè un ambiente del villaggio in cui vivono, godiamo il privilegio della loro ospitalità per offrire loro, in cambio, l'ospitalità in quel loro passato che noi abbiamo riportato alla luce.
     Questo primo incontro ha avuto luogo nella scuola di Topez, dove si sono radunate trentacinque persone del villaggio – adulti e bambini, uomini e donne.

Qam1

Febbraio 2018
i temi delle scuole medie di Domodossola

     Il gemellaggio tra scuole inizia a portare i suoi primi frutti: i ragazzi con i loro educatori hanno scritto dei brevi temi con le loro riflessioni sulla storia e l’attaccamento alla famiglia e al territorio.
     I ragazzi si sono chiesti cosa significa “casa” per loro, quanto si sentono legati alle tradizioni locali, cosa proverebbero se fossero costretti a lasciare il luogo in cui sono nati.. Le risposte dei ragazzi italiani e di quelli siriani sono, comprensibilmente, molto differenti tra di loro. Eppure ciascuna di queste risposte ci insegna qualcosa sulla sensibilità di questi ragazzi, e ci interroga sulla nostra stessa percezione di queste tematiche.
      Una volta tradotti in inglese, hanno potuto leggere i pensieri dei loro coetanei in Siria e in Italia. E tra non molto “si incontreranno” (virtualmente) e ne discuteranno a voce!

Qam1

Gennaio 2018
Urkesh alle scuole medie di Qamishli

     A gennaio ha preso il via il nostro progetto di sensibilizzazione verso il passato, nelle scuole medie di Qamishli. Ecco i nostri primi studenti, sorridenti e orgogliosi nella loro classe in cui si incontrano al pomeriggio per studiare inglese.
      Il progetto al momento prevede il gemellaggio con una scuola media a indirizzo musicale di Domodossola, dove tre classi hanno già iniziato a riflettere sul valore del passato sin dall’inizio dell’anno scolastico 2017/2018. Siamo certi che da questo dialogo appena instaurato avremo tutti molto da imparare, su noi stessi e sulle giovani generazioni.

Qam school

ottobre-dicembre 2017

Dicembre 2017
in visita a Mozan da Erbil (Iraq)

     La situazione in Siria e i mesi invernali non impediscono la presenza di visitatori a Mozan, persino dall’estero: a dicembre abbiamo infatti accolto studenti dall’Iraq.
      Grazie ai nuovi pannelli per la presentazione del sito, recentemente restaurati e disposti nuovamente sul sito per accogliere coloro che vengono a visitare l’area archeologica, chiunque può trovare informazioni e approfondimenti. La costante presenza dei nostri collaboratori locali, inoltre, garantisce una vera e propria guida “personalizzata” al sito: qui vediamo Mohammed Omo, uno dei nostri collaboratori di più lunga data, mentre spiega a due ragazzi alcuni dettagli del palazzo e degli oggetti che sono stati in esso rinvenuti.

Qam1

20 dicembre 2017
mercatino di Natale a Domodossola

     Sin dal 2013 sosteniamo un piccolo gruppo di donne arabe e curde, che si trovano insieme per creare semplici oggetti in lana, cotone e materiali locali da rivendere nelle città e nei villaggi intorno a Tell Mozan. Questo progetto, nato come atelier di giovani donne, si è ora trasformato in una scuola per bambine, che imparano così a lavorare a maglia, ricamare, e creare semplici gioielli. Ma soprattutto, imparano a convivere e a collaborare per un progetto comune..
      Nel 2017, gli oggetti creati da queste ragazze, arrivati direttamente dalla Siria, sono stati esposti al mercatino di Natale allestito presso la stessa scuola media coinvolta nel nostro progetto scuole.

Qam1

15 dicembre 2017
conferenze all'Università di Pavia

     Due conferenze su Urkesh a Pavia, ospiti della Prof.ssa Clelia Mora.
     Yasmine Mahmoud, neo-dottoranda del programma di storia all'università, è venuta per l'occasione da Damasco, e la vediamo qui con la Prof.ssa Mora e Giorgio e Marilyn Buccellati nella Bibliteca Teresiana dell'Università, luogo di una delle due conferenze. L'altra conferenza era per un gruppo di studenti liceali, ai quali abbiamo presentato in particolare il nostro programma di sensibillizzazione delle scuole medie.

Qam1

8 dicembre 2017
medaglia dell'Accademia Cinese delle Scienze Sociali

     L’Accademia Cinese delle Scienze Sociali di Shangai, ha conferito una medaglia alla ricerca al nostro progetto, per il contributo apportato alla dimensione teorica della preservazione dei siti archeologici nel loro contesto attuale.
      L’Accademia, in particolare, ha riconosciuto il “nuovo volto” dell’archeologia portata avanti a Tell Mozan: un’archeologia veramente “pubblica”, che mira al pieno e consapevole coinvolgimento delle comunità locali – opponendo a un cieco fanatismo, che rifiuta la storia, un uso consapevole dell’archeologia, trasformata in questo modo in un "trampolino" per il futuro.
     A ritirare la medaglia, Fanxi Xu, un membro della Missione che ora vive a Shanghai.

Qam1

1 dicembre 2017
lezione al "gruppo musicale di Urkesh" a Domodossola

     Giorgio e Marilyn Buccellati hanno incontrato i ragazzi che avevano accettato la sfida di preparare un'intepretazione musicale della mostra che stiamo preparando per Rimini. La lezione ha proposto un approfondimento sullo scavo di Urkesh e sulle tecniche di conservazione del sito, ma soprattutto sulla situazione generale della zona e su come la popolazione locale risponde alla "provocazione" dell'archeologia.
     I ragazzi, sotto la guida del Prof. Enzo Sartori, hanno mostrato un vivissimo interesse e si sono impegnati con entusiasmo a portare avanti il progetto.

Qam1

15 novembre 2017
mostra e tavola rotonda su Urkesh a Beirut

     Nel novembre 2017, abbiamo organizzato una mostra presso la American University di Beirut, in Libano, intitolata "Archeologia per un futuro giovane" (vedi il rapporto in formato PDF). In essa, abbiamo raccontato le nostre molteplici attività, portate avanti presso Tell Mozan e l’intera regione circostante nonostante i 6 anni di guerra e la prolungata assenza della missione archeologica dal sito. In questa occasione, abbiamo voluto mostrare come all’assenza fisica si sia contrapposta una costante e sempre più profonda presenza morale, a dare speranza e fiducia soprattutto alle giovani generazioni.
      Una tavola rotonda, che ha visto la partecipazione di colleghi siriani coinvolti nella salvaguardia del patrimonio archeologico del Paese, ha arricchito ulteriormente l’iniziativa.

Qam2

30 ottobre 2017
presentazione alla scuola media musicale di Domodossola

     Con questo incontro prende il via il progetto scuole, che coinvolgerà decine di studenti in Italia e in Siria. In un’aula gremita di studenti, i direttori dello scavo archeologico di Urkesh/Tell Mozan, Giorgio e Marilyn Buccellati, hanno descritto ai ragazzi il sito e la sua importanza, non solo per la Siria ma per l’intera storia dello sviluppo delle civiltà nel mondo antico.
      Da questo momento, toccherà ai ragazzi che hanno assistito a questo incontro interrogarsi insieme ai loro educatori, e scambiarsi provocazioni su tematiche legate al passato, alle tradizioni culturali e alla tutela del paesaggio.

Qam2

luglio-settembre 2017

August 2017
Federico Buccellati, Three-dimensional Volumetric Analysis in an Archaeological Context

     Da questo momento è disponibile, online gratuitamente e in versione cartacea per un prezzo nominale pari a $15, la pubblicazione finale del Palazzo di Tupkish a Urkesh, ad opera di F. Buccellati.
      Oltre ad offrire un’analisi architettonica dettagliata della struttura, il volume si occupa ampiamente anche di questioni metodologiche, traendo conclusioni significative sull’economia e sulla società locali che hanno reso possibile la costruzione di un edificio così complesso ed articolato.

BiMes30